Articoli recenti

Il design pattern MVC in Java con Swing

Il design pattern MVC in Java con Swing

Qual è il significato di design pattern in Informatica? Che cos'è il design pattern MVC? Quando conviene utilizzarlo e quali sono i vantaggi che può apportare? Com'è possibile implementarlo in Java? Sono solo alcune delle domande a cui proveremo a rispondere nei seguenti video. Buona visione! [...]
Allocazione dinamica della memoria in C++. Esercitazione "Interi in ordine crescente"

Allocazione dinamica della memoria in C++. Esercitazione "Interi in ordine crescente"

Descrizione del problema Si supponga di avere un file di testo come quello mostrato in figura, in cui sono memorizzati un numero non noto a priori di numeri interi, uno per riga, che termina con un carattere di nuova riga. Si richiede di scrivere un programma in C++ che visualizzi a video in ordine crescente tutti gli interi memorizzati nel file. Soluzione proposta I numeri presenti nel fil[...]
Archivi indexed sequential in C++. Progetto 'Gestione concessionaria'.

Archivi indexed sequential in C++. Progetto 'Gestione concessionaria'.

Che cosa s'intende per organizzazione indexed sequential di un archivio viene già spiegato in un articolo che introduce i principali tipi di organizzazione degli archivi tradizionali, a cui si rimanda (link). In questo articolo, invece, si propone un'esercitazione di laboratorio di approfondimento sui files con C++, in cui viene sviluppato proprio l'esempio di archivio a singolo indice di chiave p[...]
Allocazione dinamica della memoria. Le istruzioni C++.

Allocazione dinamica della memoria. Le istruzioni C++.

Dopo l'articolo introduttivo sull'allocazione dinamica della memoria in C++ (a cui si rimanda link), vediamo la sintassi di alcune funzioni di libreria C++ che ci permettono di operare con essa. Sintassi C++ per l'allocazione e la deallocazione dinamica della memoria Per l'allocazione dinamica di una variabile il linguaggio C++ mette a disposizione due sintassi. La prima consiste nell'u[...]
Introduzione all'allocazione dinamica della memoria in C++

Introduzione all'allocazione dinamica della memoria in C++

Il segmento di memoria che il Sistema Operativo riserva nella RAM ad un processo (un programma in esecuzione), in generale è suddiviso in quattro distinte aree di memoria, così come mostrato nella figura seguente e che sono: l'area del programma, che contiene le istruzioni macchina del programma; l'area globale, che contiene le costanti e le variabili globali; lo stack, che contiene l[...]

Articoli più letti

  • matrice-07 Operare con le matrici in C++ (7.099)
    Il concetto di matrice viene definito nell'algebra lineare, che è quella branca della matematica che, fra le altre cose, si occupa dello studio delle principali regole per la manipolazione dei vettori e delle matrici. Le matrici sono fondamentali per lo studio dei sistemi di equazioni lineari e rivestono un ruolo importante non solo nella matematica, ma<a href="http://www.labsquare.it/?page_id=2278">[...]</a>
  • Archivi Dagli archivi tradizionali ai database (6.464)
    In questo post non si ha la pretesa di parlare diffusamente di archivi tradizionali e di database, questo anche per ovvi motivi di spazio visto la vasta portata dell'argomento. Si vuole, invece, solo porre l'accento su alcune caratteristiche fondamentali che li differenziano, per poter evidenziare quali sono le implicazioni più importanti del loro utilizzo nei sistemi<a href="http://www.labsquare.it/?page_id=2278">[...]</a>
  • c-cpp Le stringhe in stile C++ (6.435)
    Il linguaggio C++ mette a disposizione la classe string per operare con oggetti che forniscono le funzionalità delle classiche stringhe del C, rendendo le operazioni di manipolazione molto più comode. Per poter utilizzare le stringhe in stile C++ bisogna includere il file di libreria string nel proprio file sorgente, dopodiché per la dichiarazione di una variabile<a href="http://www.labsquare.it/?page_id=2278">[...]</a>
  • flow-chart Problema ‘Stabilire se un numero è primo’ (6.332)
    Problema. Dato un numero intero n > 1, stabilire se è un numero primo. Soluzione proposta. La strategia risolutiva per questo problema può basarsi sulla definizione stessa di numero primo: «un numero primo è un numero naturale maggiore di 1 che sia divisibile solamente per 1 e per se stesso». In altri termini potremmo dire che:<a href="http://www.labsquare.it/?page_id=2278">[...]</a>
  • java1 Operare con le date in Java (5.122)
    In Java per memorizzare una data è possibile utilizzare un oggetto di classe Date. Un oggetto di questa classe tratta una data come un istante di tempo con una precisione del millisecondo e la rappresenta con il numero di millisecondi che la separano dalla data del 1 gennaio 1970, assunta come riferimento. Questo numero intero<a href="http://www.labsquare.it/?page_id=2278">[...]</a>
  • fstream File di testo in C++ con approccio OOP (4.833)
    Il modo più semplice per introdurre l'uso dei file di testo in C++ secondo il paradigma della programmazione ad oggetti (OOP), è far riferimento alle ben note operazioni di INPUT e di OUTPUT STANDARD realizzate in C++ tramite gli operatori di LETTURA (>>) e SCRITTURA (<<). Quando si esegue un input da tastiera, l'operatore di LETTURA (>>)<a href="http://www.labsquare.it/?page_id=2278">[...]</a>
  • due-righe-windows File di testo e file binari (4.591)
    I file possono essere classificati in due categorie fondamentali: i file di testo e i file binari. Questa classificazione si basa sul concetto di formato di un file, ossia sulla convenzione di codifica che viene utilizzata in fase di SCRITTURA del file, in base alla quale è possibile dare ai byte in esso memorizzati un significato corretto in fase di LETTURA, attraverso<a href="http://www.labsquare.it/?page_id=2278">[...]</a>
  • c-cpp Lettura di righe intere in C++ (3.730)
    Quando si legge uno stream, per esempio quando si effettua un input da tastiera o si legge un file di testo, se lo stream di input contiene caratteri quali spazi, tabulazioni ('\t' - tasto tab) o nuova linea ('\n' - tasto invio), si faccia attenzione perché questi vengono interpretati dall’operatore di lettura C++ (>>) e dalla funzione scanf() del C, come<a href="http://www.labsquare.it/?page_id=2278">[...]</a>
  • java1 La classe Scanner (3.438)
    La classe Scanner rappresenta la soluzione più semplice per realizzare un input da uno stream di caratteri in Java.  La classe Scanner appartiene al package java.util e i suoi oggetti sono in grado di riconoscere e distinguere i tipi primitivi e le stringhe presenti all'interno di uno stream di caratteri. Essa presenta diversi costruttori che permettono, per<a href="http://www.labsquare.it/?page_id=2278">[...]</a>
  • c-cpp File binari in C++ con approccio OOP (3.025)
    Che cosa sono i file binari l'abbiamo già visto in un altro articolo (link articolo), ora vediamo com'è possibile operare con essi in C++ secondo il paradigma della programmazione ad oggetti (OOP). Il modo più semplice per capire come si lavora con un file binario, può essere partire da ciò che accade con i file di testo e<a href="http://www.labsquare.it/?page_id=2278">[...]</a>

Categorie

Archivio

Mappa del sito